Con Aquarius vince solo Salvini: l’Italia fa una figuraccia mondiale

Spread the love

 

L’interpretazione della vicenda Aquarius non è univoca. Ci sarà sempre chi dirà che Salvini ha fatto bene ad imporre la chiusura dei porti. Così come altri hanno il diritto di ritenere un errore la presa di posizione del ministro dell’Interno con 600 e oltre disperati in attesa di un segnale nel Mediterraneo.

Nella guerra di posizione tra Italia e Malta – scorretta tante volte ma non questa, secondo il diritto del mare – si inserisce la Spagna. Ad accogliere i naufraghi che rischiavano di restare a corto di viveri sarà il nuovo governo di Pedro Sanchez, che ci infligge una lezione di umanità. Ahinoi.

Casi strani della politica: un nuovo governo in Italia e un nuovo governo in Spagna. Condotte agli antipodi. Uno decide di improvvisarsi bullo del mare, l’altro decide di presentarsi con un gesto di accoglienza universale. Non che l’Italia non abbia accolto abbastanza. Ma in una domenica pomeriggio abbiamo buttato all’aria anni di sacrifici.

L’immagine che diamo di noi all’estero con il rifiuto di Aquarius non è quella di un governo forte, deciso a farsi rispettare. No, non ci illudiamo: semmai adesso abbiamo certificato che al potere in Italia c’è un esecutivo di irresponsabili.

Qualcuno, però, ha vinto. Sì, Salvini. Perché non era una domenica pomeriggio come le altre. I risultati delle amministrative parlano da sole.

Il boom della Lega fa rima con Aquarius. E criticavano gli 80 euro di Renzi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.