Di-gni-tà, di-gni-tà!

Spread the love

 

Il peccato originale dei vari Vaffa Day non si lava con poche settimane di governo. Essere establishment, essere “casta”, per il partito populista il cortocircuito che manda in tilt tutto il “sistema” è un destino scritto nelle stelle (cinque).

E a poco valgono i party per il taglio dei vecchi vitalizi (un imbroglio destinato ad essere cancellato dalla Corte Costituzionale o dalla Cedu), i tentativi di smarcarsi dalla narrazione che vuole il M5s in versione Dr Jekyll e Mr Hyde, partito di governo ma pure di lotta (sì, ma contro chi?).

Il ritorno alla teoria del complotto made in Di Maio sul Decreto Dignità è lo spettacolo più indegno al quale potesse capitare di assistere. La “manina” cattiva e piddina evocata da fonti M5s (che avrebbe allegato alla relazione tecnica la stima per cui si perderanno 8000 posti di lavoro l’anno per effetto del provvedimento) cos’è se non una ridicola scusa?

Gridano al complotto, anche adesso che le oscure “stanze del potere” sono illuminate dal giallo grillino. Paventano improbabili interventi delle lobby, si sentono accerchiati, un po’ come quando dicevano che c’erano le sirene, che l’uomo non è sbarcato sulla Luna, che le Torri Gemelle le hanno buttate giù gli americani. Sì, come no…

Sono gli stessi che scandivano “o-ne-stà! o-ne-stà”, ma è già arrivato il momento di chiedergli “di-gni-tà, di-gni-tà”.

Una risposta a “Di-gni-tà, di-gni-tà!”

  1. Sulle Torre Gemelle anche il regista Brown ha paventato in un bellissimo film-documentario il coinvolgimento della Cia,stessa cosa era successa per giustificare la guerra in Iraq inventando l’uso delle armi chimiche da parte degli iracheni contro il Kuwait. Per quanto riguarda il governo sono completamente d’accordo con te,in più c’è il problema dei vitalizi che è anche una potenziale bomba sociale,come sai la legge sui vitalizi è già stata riformata nel 2012,il problema riguarda gli ex parlamentari i cui vitalizi saranno ricalcolati in base ai contributi versati e qui sorge un problema(evidenziato anche da Cesare Damiano e dall’ex parlamentare di FI Paniz) : gli ex parlamentari hanno preannunciato un ricorso alla Corte costituzionale che se darà loro ragione non succederà niente,nel caso in cui cui desse torto ai ricorrenti la sentenza potrebbe estendersi anche a chi é andato in pensione con il sistema misto retributivo/contributivo,ciò interesserebbe milioni di pensionati che potrebbero essere soggetti al ricalcolo delle pensioni con una decurtazione del 30/40% a questo punto Di Maio e i parlamentari del M5S saranno inseguiti da milioni di pensionati e l’unica soluzione per loro sarebbe l’abbandono della vita politica per manifesta incapacità e incompetenza,mi meraviglio che i grandi economisti come Savona non abbiano evidenziato questo scenario (ogni volta che Savona apre bocca lo spread aumenta e la borsa brucia miliardi di euro) così come il paladino dell’anti-euro ora sottosegretario all’economia Borghi .Paradossalmente l’unica speranza è Salvini che dovrebbe far cadere questo governo che penalizza i suoi elettori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.