Terroni, orgogliosamente

Libero, il giornale in questo momento più vicino a Matteo Salvini, titola oggi “Comandano i terroni”, sottolineando come – fatta eccezione per il suo amato “Capitano” – le posizioni di vertice delle istituzioni siano occupate prevalentemente da persone nate al Sud: da Mattarella a Di Maio, passando per Fico e una lunga sfilza di sottosegretari meridionali.

Chi vi scrive è nato a Cosenza e vive tutt’ora in Calabria. Certa arretratezza la conosce per esperienza diretta, ma non invidia l’arroganza di Vittorio Feltri, direttore di quel quotidiano, e di chi ha pensato quel titolo. Sono, siamo, orgogliosamente terroni. E non perché condividiamo le politiche di Di Maio e di Fico (anzi). Non perché pensiamo che se un sottosegretario sia campano o siciliano faccia meglio il suo lavoro di un collega veneto o piemontese.

Non viviamo di queste competizioni. Non crediamo che l’Italia abbia bisogno di divisioni, non più di quelle che proprio Matteo Salvini ha creato in questi mesi e in questi anni. Non viviamo nell’incubo dell’uomo nero. Neanche di quello bianco. Non ci riconosciamo in Mattarella perché palermitano, ma solo perché lo riteniamo un grande Presidente della Repubblica.

Né cerchiamo approvazione, un riconoscimento da parte di chi crede di avere la verità in tasca, da chi si crede superiore perché ha ereditato un sistema di servizi più efficiente, una realtà più serena e funzionale.

Siamo meridionali, non rinneghiamo le nostri origini. Non ignoriamo i nostri errori e i nostri orrori. Ma pretendiamo il rispetto che ci è dovuto, soprattutto da chi ogni giorno ripete lo slogan “prima gli italiani”. Lo siamo pure noi, caro Feltri. Fieramente, orgogliosamente. Che vi piaccia o no.

2 risposte a “Terroni, orgogliosamente”

  1. sono nata terrona,ReggioCalabria,
    cresciuta in Piemonte,sono orgogliosa della terra in cui sono nata ,altrettanto della terra che mi ha visto crescere,ed ormai,invecchiare;
    meravigliosamente Italiana
    mi pregio di non condividere ,secondo me, opinioni di stampo razzista_fascistoide!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.