Matteo Renzi è già il leader dell’opposizione

Sarà pure antipatico ai più. Sarà anche venuto meno alla promessa di ritirarsi dopo il referendum che ne ha segnato le sorti. Sarà forse mosso da un’ambizione personale sfrenata, da una voglia di rivalsa che lo spinge a cercare le luce della ribalta ad ogni costo. Sarà. Ma quando Matteo Renzi è di luna buona come oggi in Senato, chi ama la politica in quanto tale, chi è lontano dalle logiche delle tifoserie e delle fazioni, non può non riconoscergli il pedigree di un cavallo di razza.

Oggi Matteo Renzi ha gestito e giostrato con talento politico non indifferente il “discorso dell’ultimatum” al governo Conte. Sì, lo stesso governo Conte che lui ha partorito. Si dirà: il solito stratega. Ci si domanderà: chissà dove vuole arrivare? Ed è vero: il rischio più grande per un fuoriclasse è sempre quello di finire in fuorigioco. Per smania d’ovazione, per voglia del gran colpo. Perdendo di vista il contesto. Soffermandosi troppo su sé stesso e meno sulla cornice, quella che oggi vede il Paese impegnato nel fronteggiare una pandemia.

Tradotto: minacciare oggi la crisi di governo, avvisare Conte che Italia Viva è pronta a togliergli la terra da sotto i piedi, può non essere la migliore delle mosse. Può rappresentare l’ennesimo gioco di palazzo che il Paese non comprenderebbe.

Ma Renzi questo lo sa. Per questo gioca di sponda e scarica al premier la responsabilità del domani: “C’era un grande senatore, si chiamava Mino Martinazzoli, che in un momento delicato della vita di questo Paese a chi lo contestava disse ‘Fate come volete, ma la Politica è altrove. Noi vi aspetteremo là’. Se lei sceglierà la strada del populismo non avrà al suo fianco Italia Viva, se lei sceglierà la strada della Politica, la aspetteremo là“.

Provocazione, ma fino ad un certo punto: Renzi sarebbe il perfetto leader dell’opposizione. Il leader che oggi l’opposizione non ha. Domani è un altro giorno.

Una risposta a “Matteo Renzi è già il leader dell’opposizione”

  1. Condivido la tua analisi. Io sono stato sempre convinto che Renzi è un grande politico, l’unico a poter contrastare Salvini e fino alla nascita di questo governo ero con lui, adesso non più.
    Allo stato attuale, lo considero peggio e più pericoloso di Salvini, in quando, politicamente è molto più intelligente. Posso capire ma non condividere, la posizione di Salvini, essendo all’opposizione, ma non accetto l’atteggiamento di Renzi in quando componente della maggioranza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.