L’attuale pandemia ci impone di essere meglio preparati per il futuro. Il nostro lavoro deve iniziare ora, poiché non sappiamo per quanto tempo durerà questa pandemia o quando ci colpirà la prossima“. Lo ha sottolineato il presidente del Consiglio, Mario Draghi, in un videomessaggio nel corso del webinar con la presidente della commissione europea, Ursula von der Leyen, in vista del Global Health Summit del prossimo 21 maggio a Roma.

Draghi ha poi aggiunto: “Dobbiamo sostenere la ricerca, rafforzare le catene di approvvigionamento e ristrutturare i sistemi sanitari nazionali. Dobbiamo rafforzare il coordinamento e la cooperazione globali. Anche a partire dal vostro contributo puntiamo a gettare le basi per la Dichiarazione di Roma che chiuderà i lavori del summit. La Dichiarazione – ha aggiunto Draghi – conterrà una serie di principi per rafforzare i nostri sistemi sanitari, migliorare le nostre capacità di risposta ed avere gli strumenti per rispondere a future emergenze sanitarie“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.