Report ha annunciato per oggi la messa in onda di un servizio “ESCLUSIVO” sul “misterioso incontro” tra Matteo Renzi e lo 007 Marco Mancini, ex agente del Sismi. In attesa di prendere visione della cosiddetta “inchiesta”, l’anteprima non lascia presagire nulla di buono per la dignità del servizio pubblico. O di ciò che ne è rimasto.

Una persona dalla voce camuffata e dal volto oscurato sostiene di aver visto nella piazzola dell’Autogrill di Fiano Romano un personaggio “losco”, poi rivelatosi Marco Mancini, a colloquio con Matteo Renzi. E di averli ripresi.

Bene, l’appunto che viene mosso al senatore di Italia Viva è – almeno dalle anticipazioni – l’opportunità di aver incontrato il suddetto 007 all’esterno di un Autogrill, “come due amanti”, dice l’inviato Rai.

Ad oggi, a questo blog, non risulta che si tratti di un reato.

Ciò che è più subdola, però, è l’aggiunta che potete trovare nel tweet di report: ovvero, “in piena crisi di governo”. Quasi a suggerire che la caduta di Conte sia attribuibile a chissà quale complotto o macchinazione che abbia coinvolto perfino i servizi segreti.

In attesa di visionare il servizio per intero, l’anticipazione risulta essere un esempio scadente di pettegolezzo che non fa onore al servizio pubblico. Domanda: questo è giornalismo?

Se apprezzi il mio lavoro: clicca qui e fai una donazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.