Nuova batosta per Enrico Letta. Il segretario del Pd sembra affetto dalla sindrome di Paperino, con tutto l’affetto e il rispetto che portiamo nei confronti del personaggio Disney: ultimamente non ne azzecca una.

Neanche il tempo di lanciare la sua la proposta – una dote per i giovani, da finanziare con l’aumento della tassa di successione per i patrimoni che superano il milione di euro – che Mario Draghi ha opposto in conferenza stampa il suo altolà: “Non abbiamo mai parlato di tassa di successione. Non è il momento di prendere soldi ai cittadini, ma di darli“.

Una mazzata per Letta, che cercava di entusiasmare la sua base con un’iniziativa sul fisco di stampo redistributivo. Peccato che scontasse il vecchio vizio della sinistra: proponeva di alzare le tasse.

Se il vento nuovo portato da Letta è questo, il Pd non è messo per niente bene.

Se apprezzi il mio lavoro: clicca qui e fai una donazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.