C’è l’accordo tra Giuseppe Conte e Beppe Grillo. I legali e i notai hanno fatto il loro lavoro, i coltelli sono ancora sotto al tavolo, ma il MoVimento 5 Stelle evita la scissione (per ora).

Ecco l’annuncio ufficiale: “Beppe Grillo e Giuseppe Conte hanno definito concordemente la nuova struttura di regole del M5S. Il Movimento si dota così di nuovi ed efficaci strumenti proiettando al 2050 i suoi valori identitari e la sua vocazione innovativa. Determinante è stato il contributo scaturito dal lavoro svolto dal comitato dei sette che Grillo e Conte ringraziano. Una chiara e legittimata leadership del MoVimento 5 Stelle costituisce elemento essenziale di stabilità e di tenuta democratica del Paese. Grillo e Conte si sentiranno ancora nei prossimi giorni per definire insieme gli ultimi dettagli e dare avvio alle procedure di indizione delle votazioni“.

Ad annunciare l’intesa tra i diarchi è stato Vito Crimi all’inizio dell’assemblea con i parlamentari. Soddisfazione è stata espressa su Twitter da Luigi Di Maio, vero regista dell’accordo: “Ho sempre creduto nella mediazione invece che nello scontro e nella polemica”. I motivi dell’intesa? Li avevamo pronosticati con facilità all’inizio di questo teatro. Il finale? Scontato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.