Si è appena concluso l’incontro tra Mario Draghi e Giuseppe Conte a Palazzo Chigi. Un faccia a faccia durato circa un’ora che l’ex premier ha definito “proficuo e molto cordiale”. Una formula di rito che non dice molto sull’esito politico del confronto. Dovremo dunque attendere qualche ora per bucare la cortina alzata dai due leader.

Eppure dalle parole pronunciate all’uscita da Palazzo Chigi di Giuseppe Conte si può già ricavare un indizio sull’andamento del faccia a faccia. Il leader in pectore del MoVimento 5 Stelle ha detto di aver “ribadito e anticipato il pieno sostegno del M5S al piano vaccinale e alla politica sanitaria”, nonché alla transizione ecologica.

Altro capitolo quello della giustizia, su cui Conte ha dichiarato: “Ho assicurato un contributo costruttivo del MoVimento 5 Stelle. C’eravamo già distinti per volere l’accelerazione dei processi, quello che ho ribadito è che saremo molto vigili nello scongiurare che non si creino soglie di impunità nell’ambito del dibattito parlamentare. Saremo molto attenti. Io dico: mettiamo da parte bandierine e ideologie. Vogliamo tempi chiari e definiti ma anche giustizia. Non possiamo correre il rischio che possano svanire nel nulla i processi. Fiducia? Non ne abbiamo parlato. Al governo stanno a cuore tempi molto rapidi nell’approvazione, ma adesso è giusto si sviluppi una dialettica parlamentare. Io non sono neanche in Parlamento, mi rimetto alla dialettica parlamentare ma soprattutto a delle soluzioni che siano tecnicamente sostenibili”.

Tradotto dal politichese: è scontro sulla giustizia. I due sono rimasti sulle posizioni di partenza.

Draghi non ha intenzione di toccare l’impianto della Cartabia. Se i partiti saranno in grado di fare qualche piccolo ritocco, bene. Se dovesse essere messa in discussione l’intera riforma, il premier metterà i partiti dinazi all’altolà. Restano però le divergenze, e Draghi non ha intenzione di dilatare i tempi della discussione in Parlamento come richiesto dall’avvocato…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.