Salvini non ci sta, risposta a Draghi: rabbia controllata…

Era evidentemente troppo forte la “bastonata” di Draghi perché Matteo Salvini potesse restare in silenzio. Il leader della Lega sceglie comunque di mantenere un profilo rispettoso nei confronti del premier. Il motivo è semplice: il suo interesse è quello di limitare al massimo le tensioni con il premier per cercare di beneficiare al massimo del gradimento (alle stelle) di Mario Draghi.

Questa la replica di Salvini, arrivata pochi minuti fa su Twitter: “L’obiettivo di tutti, mio come di Draghi, è salvare vite, proteggere gli italiani, la loro salute, il loro lavoro, la loro libertà. Fondamentale mettere in sicurezza i più anziani, i nostri genitori e i nostri nonni, senza penalizzare, rinchiudere o multare i figli e i nipoti”. E ancora: “Comunità scientifiche e governi, come quelli di Germania e Gran Bretagna, che invitano alla prudenza sui vaccini per i minorenni, invitano forse a morire? Per fortuna no. Anche oggi in Italia, come nei giorni passati, il numero di ricoverati in T.I. è sotto controllo, 158 (col 98% dei letti vuoti) a fronte dei 385 di un mese fa. Bene, avanti così”. Salvini chiosa: “Gli italiani, come sempre, si stanno dimostrando un grande popolo, e per loro come per me il principio guida è uno: la Libertà”.

Insomma, il minimo sindacale: una rabbia controllata…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.