New York, Andrew Cuomo si è dimesso: “Sono scivolato”

Andrew Cuomo si è dimesso da governatore dello Stato di New York. L’esponente democratico, travolto da una bufera mediatica e politica dopo le accuse di molestie sessuali, abbandonato anche dalla Casa Bianca, ha scelto di fare un passo indietro che di ora in ora sembrava inevitabile.

In diretta tv ha dichiarato: “Accetto la piena responsabilità, sono scivolato, sono stato troppo familiare con i miei collaboratori. Ma dietro alle accuse ci sono motivazioni politiche, e sono certo che i newyorchesi capiranno”.

Cuomo ha aggiunto: ” Sono un newyorkese, fatto e finito. Sono un combattente e il mio istinto è quello di combattere questa vicenda perché credo davvero che sia ingiusta e non veritiera e credo che demonizzi un comportamento che è insostenibile per la società”, ha detto.

Cuomo ha continuato: “New York “tough” (tosta, ndr) significa amare New York, e io amo New York, e amo voi. Non vorrei mai essere inutile in nessun modo”. E ancora: “Questa situazione, nella sua traiettoria attuale, genererà mesi di controversie politiche e legali. Questo è ciò che accadrà. Questo è il modo in cui il vento politico sta soffiando. Consumerà il governo. Costerà ai contribuenti milioni di dollari”. Da qui la scelta di farsi da parte.

Rispetto alla sua condotta, Cuomo ha detto: “L’ho fatto per tutta la vita. È quello che sono da quando posso ricordare. Nella mia mente, non ho mai oltrepassato il limite con nessuno, ma non ho realizzato la misura in cui il limite è stato ridisegnato”, ha detto Cuomo. “Ci sono cambiamenti generazionali e culturali che non ho apprezzato appieno – e avrei dovuto. Nessuna scusa”.

“Questo non vuol dire che non ci sono 11 donne che ho veramente offeso. Ci sono. E per questo, mi scuso profondamente, profondamente. Ho pensato che un abbraccio e mettere il mio braccio intorno a una persona dello staff mentre facevo una foto fosse amichevole, ma lei l’ha trovato troppo sfacciato. Ho baciato una donna sulla guancia a un matrimonio e pensavo di essere gentile, ma lei ha pensato che fosse troppo aggressivo. Sono scivolato e ho chiamato le persone ‘tesoro’, ‘dolcezza’ e ‘cara’. Volevo che fosse accattivante. Ma le donne lo trovavano datato e offensivo. Ho detto sulla TV nazionale a una dottoressa che indossava la mascherina e mi dava un tampone nasale di Covid, ‘tu fai sembrare quel camice bello’. Stavo scherzando. Ovviamente, altrimenti non l’avrei detto sulla TV nazionale. Ma lei l’ha trovato irrispettoso. Mi prendo la piena responsabilità delle mie azioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.