Sondaggi Napoli, Manfredi rischia grosso: decide tutto Bassolino

Torna l’appuntamento con i sondaggi dedicati alle prossime elezioni amministrative. Dopo esserci occupati nei giorni scorsi di Roma e Milano, parliamo della partita di Napoli.

Fino a qualche giorno fa la vittoria di Gaetano Manfredi sembrava scontata, neanche argomento di discussione. Un po’ per la tradizione della città, storicamente di sinistra. Un po’ per i limiti evidenziati da Catello Maresca, l’ex pm che ha dilapidato i primi mesi di campagna elettorale su una polemica sterile sui simboli di partito del centrodestra da affiancare alla sua lista civica.

Ebbene, nonostante tutto, Manfredi rischia grosso. La certezza, secondo il sondaggio commissionato dalla Rai al consorzio Opinio, è che non vincerà al primo turno. La situazione è la seguente:

Sondaggio comunali
Gaetano Manfredi è certo di arrivare primo, ma a meno di due mesi dal voto è lontano dal 50% più uno necessaria a vincere al primo turno. Maresta è ragionevolmente secondo: la forbice 27-31% sembra garantirgli un margine di sicurezza importante sull’indomabile Bassolino. Attenzione all’ex sindaco, una percentuale tra il 14-18% non è una candidatura di mera rappresentanza. Anzi.

Sovrapponete i voti di Manfredi e Maresca: c’è una differenza di 15 punti tra il candidato del centrosinistra e quello del centrodestra. Al ballottaggio Bassolino può essere l’ago della bilancia e decidere il nome del prossimo sindaco di Napoli. Flop per Alessandra Clemente, facente capo a Luigi De Magistris. Un sindaco uscente che riesce a muovere soltanto il 5-9% dovrebbe farsi qualche domanda, anziché cercare fortuna in un’altra Regione, la Calabria, come governatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.