Roma, trend confermato: tira una brutta aria per Michetti

Nel quartier generale di Enrico Michetti il clima non è dei migliori. Quello dell’affluenza non è un dato “muto”. Parla, eccome se parla, a patto di saperlo leggere.

Partiamo da un dato, questa mappa di YouTrend:

Immagine

Laddove la colorazione volge allo scuro si assiste ad un calo dell’affluenza più marcato, pari addirittura al 6%, rispetto al primo turno. E dov’è che si registra questo calo? Esattamente nel Municipio VI, quello in cui Michetti ha fatto segnare la sua percentuale più alta due settimane fa. Semplifichiamo: dove il candidato del centrodestra è andato meglio, la gente sta restando a casa.

Può essere un caso? Certo, tutto è possibile. Ma la probabilità che i votanti recatisi alle urne in quelle zone siano proprio gli elettori di Michetti, e che le defezioni riguardino dunque il bacino elettorale di Gualtieri, è ridotta, per usare un eufemismo.

Allo stesso modo qualcuno può ragionevolmente asserire che sia sempre una casualità il fatto che i municipi in cui si sta votando di più siano proprio quelli in cui sono andati forte Gualtieri e Calenda, quelli in cui si concentrano – sempre casualmente – gli elettori di centrosinistra. Di nuovo, tutto è possibile. Ma per chi scrive è altamente improbabile che ci troviamo dinanzi ad una coincidenza: il trend è evidente e arride a Gualtieri.

Attenzione, siamo in presenza di analisi che scontano un deficit non banale: non sappiamo cosa c’è scritto sulle schede depositate nell’urna e mancano ancora diverse ore alla chiusura delle operazioni di voto. Ma chi scrive, vista la mappa dell’affluenza, sarebbe a dir poco sorpreso di assistere, domani, ad una vittoria di Enrico Michetti.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni il blog!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.