“Può succedere di tutto”: Rosatellum, il sondaggio che cambia lo scenario. Decisivi i moderati

Il fondatore di YouTrend, Lorenzo Pregliasco, nella giornata di ieri aveva messo in guardia: “In arrivo dati che faranno discutere“. Promessa mantenuta. Un’analisi firmata insieme a Cattaneo Zanetto & Co ha esaminato cosa potrebbe accadere se si andasse a votare oggi col Rosatellum, tenendo conto della riduzione dei parlamentari, del ridisegno dei collegi e dell’abbassamento da 25 a 18 anni dell’età per votare al Senato. Gli scenari ipotizzati sono tre, a seconda dei possibili schemi di alleanze. Il calcolo non tiene conto unicamente del voto all’estero: riguarda cioè 392 seggi su 400 alla Camera e 196 su 200 al Senato. Andiamo a vedere i risultati, tenetevi forte, si balla.

PRIMO SCENARIO: IL GRANDE CENTRO

Il primo scenario prende in considerazione che le manovre in corso per formare un “Grande Centro” vadano in porto. Ai nastri di partenza vi sarebbero così 3 schieramenti:

  1. Pd, M5s, Verdi, Leu
  2. Forza Italia, Italia Viva, Azione, +Europa, Coraggio Italia
  3. Lega e Fratelli d’Italia

Come finirebbe? Prima le due mappe, poi i risultati:

Come si può notare, il Grande Centro non otterebbe alcun collegio nella quota maggioritaria, ma ciò non gli impedirebbe di essere decisivo per la formazione di un qualsivoglia governo. Né la sinistra né la de…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.