Suppletive, Italia Viva punta su Casini. Perché è sfumata la candidatura della Bonetti

Italia Viva punta su Casini. Per il momento si tratta di Valerio e delle elezioni suppletive per il collegio di Roma Centro. Poi nelle prossime settimane si vedrà se entrerà in gioco anche un altro Casini, dal nome più complesso e per un’altra partita “romana”, di grado superiore.

Ma chi è l’uomo su cui punta il partito di Renzi per sfidare Cecilia D’Elia e Simonetta Matone? E perché è sfumata la candidatura di Elena Bonetti?

Valerio Casini ha 33 anni, è reduce da un bagno di voti alle ultime Comunali, la maggior parte dei quali ottenuti proprio nelle zone che dovranno scegliere il successore di Roberto Gualtieri a Montecitorio. Forte delle sue 3320 preferenze appena conquistate nella Lista Calenda – il più votato della lista più votata – Casini ha un passato da assessore al Commercio nel II Municipio. Non ha niente da perdere, è politicamente un ragazzo, ma possiede una caratteristica che molti suoi colleghi più esperti non hanno: i voti.

Da parte di Italia Viva quella di Valerio Casini è una candidatura logica. Così come, a questo punto, il passo indietro di Elena Bonetti, che pure era stata proposta al centrosinistra nell’ottica di una candidatura di segno riformista.

Una volta compreso che il Pd non avrebbe mai deciso di irritare Conte sostenendo la ministra renziana, all’interno di Italia Viva si è deciso di “…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.