Libia nel caos: uomini armati occupano il palazzo del governo. Cosa sta succedendo

Sono minuti di grande tensione in Libia, dove dei gruppi armati guidati fra gli altri dal deputato-miliziano Salah Badi hanno occupato alcuni palazzi del governo a Tripoli. Tra i gli uffici di cui i “ribelli” hanno preso possesso ci sono anche gli uffici del primo ministro, Abdelhamid Dbeibah.

Ma cosa sta succedendo? A cosa si deve questa escalation a poche miglia nautiche dall’Italia?

Sui siti locali si parla di miliziani “rivoluzionari” che avrebbero occupato anche gli uffici del presidente del Consiglio presidenziale Mohammed al Menfi. Su una pagina Facebook è stata pubblicata la rivendicazione del loro gesto: “Era una reazione necessaria – hanno detto – ora siamo in contatto con gli esiliati, con le forze di Tajoura, Al-Zawiya, Mahmoud e Gharyan che hanno chiesto di non fare nulla fino a domani mattina“.

La miccia che avrebbe fatto esplodere la tensione nel Paese sarebbe stata la sostituzione del responsabile dell’esercito a Tripoli, Abdelbaset Marwan, da parte del premier Ddeibah. Il militare ha infatti rapporti di amicizia con i leader di due potenti milizie della capitale, “Ghneiwa” e “Nawasi“, guidate rispettivamente da Abdel Ghani al-Kikli e Mustafa Ibrahim Gaddur. Proprio i due “sig…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.