Colle alla rovescia, -20. Pazza idea M5s su Mattarella: “Votiamolo comunque”

Da oggi prende il via “Colle alla rovescia“. Una rubrica dedicata agli abbonati al blog che racconterà retroscena e aneddotti della corsa al Quirinale. La nostra sarà una marcia di avvicinamento quotidiana, un “conto alla rovescia”, appunto, che scatta esattamente a 20 giorni dalla convocazione dei Grandi elettori, per il prossimo 24 gennaio.

La rubrica si apre con una domanda. La seguente: si può eleggere presidente della Repubblica un uomo – o una donna – contrario a diventare capo dello Stato?

Attenzione, non si tratta di un quesito infondato. Proprio questo sembra essere infatti il “piano” M5s nelle ultime ore.

La precisazione temporale è d’obbligo, giacché nelle ultime settimane il Movimento di Conte ha detto prima sì a Draghi al Colle, poi no, infine forse. E ancora: prima ha aperto all’ipotesi di una candidata di bandiera del centrosinistra, poi si è detto disponibile a votare un nome di centrodestra diverso da quello di Berlusconi. Gran finale delle mille giravolte? L’auspicio di una donna al Quirinale. Una donna purché sia.

Ebbene, l’ultima “pazza idea” del Movimento sarebbe quella di ignorare – se non addirittura sfidare – la volontà del presidente della Repubblica Sergio Mattarella di dire no al bis. Il “piano” – se così può essere definito – è stato partorito non tra i senatori M5s (i più insofferenti alla leadership di Conte), bensì – addirittura – tra i deputati. Per ess…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.