Chi l’ha proposta e perché è saltata: tutta la verità sull’operazione Belloni al Quirinale

Non poteva che essere altrimenti: l’operazione avvolta dal mistero per eccellenza, fra tutte le trattative più o meno sommerse per il Quirinale, è quella che ha visto protagonista Elisabetta Belloni, che dei servizi segreti italiani è la numero uno. Profilo di spessore, di assoluto livello, ritrovatosi invischiato in una partita politica di prim’ordine, tale da rappresentare il cambio di fase di ciò a cui assisteremo nei prossimi mesi, tenendoci stretti.

E allora, dopo alcune verifiche, questo blog è in grado di dire come sono andate davvero le cose. Chi ha proposto (davvero) il nome di Elisabetta Belloni, e come – e perché – la sua candidatura è saltata quando tutto sembrava ormai fatto.

Chi ha proposto Elisabetta Belloni al Quirinale

Dalla mattina di sabato, da quando cioè ha gettato i remi in barca, capendo che le sue ambizioni da kingmaker erano definitivamente naufragate, Matteo Salvini ha smesso ogni tipo di dissimulazione.

Come il fidanzato che scoperto nell’atto di tradire si cosparge il capo di cenere e dice tutto, pure troppo, inclusa la volta che mentì dicendo di essere alla riunione di lavoro, e invece no, quella sera, proprio quella dell’anniversario, si incontrava con l’amante in un cinema di periferia, così Salvini ha preso a raccontare nel dettaglio il davanti e il dietro le quinte dei vertici cui ha preso parte.

Dunque ha candidamente ammesso di aver rinunciato ad ogni qualsivoglia velleità di vittoria politica, dichiarando che il nome di Elisabetta Belloni gli era stato proposto – fate attenzione – da Enrico Letta e Gius…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.