FLASH! Oggi da Vespa, poi in tour: Renzi studia il piano del contrattacco

Si sente assediato, ma c’è abituato. Per Matteo Renzi la richiesta di rinvio a giudizio da parte della Procura di Firenze non ha rappresentato una sorpresa. Al contrario, il leader di Italia Viva attendeva da un momento all’altro la mossa dei magistrati toscani, ed ha accolto quasi con un senso di “sollievo” la possibilità di confrontarsi finalmente a viso aperto, “colpo su colpo” su tutti i punti di un’inchiesta che continua a ritenere “uno scandalo“.

Ma c’è di più. Renzi sta già pensando al contrattacco. L’ex premier sta studiando una tabella di marcia dai ritmi serrati per trasformare quello che viene giudicato “un processo politico” in un “boomerang” per chi lo ha commissionato.

Renzi e il piano del contrattacco

Si comincia oggi. Matteo Renzi sarà ospite di Bruno Vespa a Porta a porta. Su Rai Uno il piatto forte dell’intervista sarà proprio il rinvio a giudizio nell’ambito dell’inchiesta sulla Fondazione Open. Ma da quanto apprende questo blog quella da Vespa sarà soltanto la prima di una lunga serie di ospitate tv che l’ex premier svolgerà in queste settimane per affiancare alla difesa nelle sedi istituzionali quelle di stampo squisitamente politico.

In questo senso va segnalata l’intenzione di girare l’Italia da Nord a Sud per spiegare l’accerchiamento giudiziario e mediatico di cui Renzi si ritiene vittima. Il famoso “camper” con cui il leader di Italia Viva aveva spiegato di voler attraversare il Paese per spiegare la “mission” della sua creatura politica, potrebbe dunque mettersi in moto molto presto e con una mot…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.