Palazzo Chigi “ciao ciao”: perché adesso Draghi non riceverà più Giuseppe Conte

I lettori più attenti alla forma e alle formalità per una volta mi perdoneranno. Troppo forte, per pensare di resistervi, la tentazione di intitolare il pezzo di oggi con il brano tormentone dell’ultimo Festival di Sanremo. “Ciao ciao“, appunto, come “La Rappresentante di Lista” ci ha cantato sul palco dell’Ariston in mille modi. Come? “Con le mani, con i piedi, con il c**o…“, vabbé soprassediamo. Attenzione però, perché nel titolo – scherzi a parte – non c’è niente di gratuito e fuor di luogo. Quel “Ciao ciao” è tutta sostanza politica, sintesi di una notizia per niente marginale. Eccola: Mario Draghi non riceverà più Giuseppe Conte a Palazzo Chigi.

Perché Draghi non riceverà Conte a Palazzo Chigi

Il motivo è semplice: il provvedimento del Tribunale di Napoli ha avuto l’effetto di azzerare i vertici del Movimento 5 Stelle. A restare in sella, di fatto, è rimasto solamente Beppe Grillo. L’inossidabile Garante, l’imperturbabile Fondatore, che ha già chiarito di non essere più intenzionato ad appoggiare fughe in avanti da parte degli attori che si contendono – tra colpi bassi e veline – la “sua” creatura.

In tutto questo c’è Conte, ex premier ma da qualche ora anche ex presidente M5s. Perché non basta an…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.