Molotov e cavalli di Frisia: così i cittadini ucraini si preparano all’assedio – VIDEO

Migliaia di persone in tutta l’Ucraina sono impegnate in queste ore nell’organizzare la Resistenza contro l’invasore russo. La tenuta dell’esercito ucraino ha convinto la popolazione della possibilità di mettere i bastoni tra le ruote alle truppe di Mosca, di sfidarne lo strapotere rallentandone l’avanzata, disseminando di tranelli la propria terra.

Emblematico il racconto della giornalista Sarah Rainsford da Dnipro, dove tantissime donne hanno trascorso il sabato a preparare delle bombe molotov, bottiglie incendiarie con cui i cittadini si preparano a dare il loro “caloroso” benvenuto ai soldati del Cremlino. A partecipare alla produzione di questi ordigni “artigianali” sono insegnanti, casalinghe, avvocati. Tutti accomunati dalla ferma volontà di difendere la propria casa.

Immagine

Nel frattempo è notizia di pochi minuti fa che l’esercito ucraino ha provveduto a far saltare in aria tutti i collegamenti ferroviari del Paese. Non solo: in molte città si assiste a scene come quella nel video qui sotto. Uomini al lavoro per fabbricare dei cosiddetti “cavalli di Frisia“, ostacoli di natura difensiva, costituiti alle volte anche da un semplice ceppo di legno ricoperto con lunghi chiodi, per complicare l’avanzata dei carri armati in arrivo.

Serviranno? Probabilmente no. Ma sono pur sempre qualcosa: un impedimento, un fastidio che può minare la pazienza del nemico. Tutto è utile, tutto fa sentire utili, nelle ore della grande paura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.