Il tono minaccioso dell’ambasciatore russo a Roma: “Sarete ritenuti responsabili…”

Non possono non suonare minacciose le parole dell’ambasciatore russo a Roma, Sergey Razov, a commento degli ultimi sviluppi della guerra in Ucraina.

In una nota, il diplomatico di Mosca critica le mosse europee e attacca: “I cittadini e le strutture della Ue coinvolti nella fornitura di armi letali alle Forze Armate Ucraine saranno ritenuti responsabili di qualsiasi conseguenza di tali azioni nel contesto dell’operazione militare speciale in corso“. Secondo Razov, infatti, “non possono non capire il grado di pericolo delle conseguenze“.

Il rappresentante del Cremlino conclude dicendo che “l’Ue si e’ definitivamente schierata con il regime di Kiev, che ha scatenato una politica di genocidio contro parte della sua stessa popolazione“. Parole che comunicano perfettamente lo sbandamento russo e la rottura con l’Occidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.