NATO, maxi-esercitazione in vista in Norvegia: c’è anche l’Italia

Circa 35.000 soldati, provenienti da 28 nazioni, Italia inclusa, saranno coinvolti in Cold Response 2022, una maxi-esercitazione NATO che avrà luogo nel Circolo Polare Artico e che nelle intenzioni dovrà mostrare come “una forza multilaterale unificata difenderebbe la Norvegia e il fianco settentrionale dell’Europa da un avversario moderno“.

A fornire dettagli sull’esercitazione è la Royal Navy britannica, secondo cui “la NATO come alleanza deve essere pronta a tutto, pronta per tutti gli ambienti. Cold Response è un’opportunità straordinaria per i principali alleati e partner della NATO di riunirsi nell’ambiente più difficile dell’estremo nord, prepararsi a qualsiasi evenienza e imparare a lavorare insieme“.

Cold Response 2022: il ruolo dell’Italia

Secondo quanto si apprende, a partecipare per l’Italia sarà la Nave Garibaldi della Marina militare, che avrà il ruolo di unità di comando delle Forze Anfibie durante l’ultima e delicata esercitazione, cui prenderanno parte altre due portaerei, l’HMS Prince of Wales e la USS Harry S. Truman.

L’esercitazione militare si configura come la più grande mai svolta dalla fine della Guerra Fredda e avrà luogo dal 10 marzo al 10 aprile. Impegnate, spiega la Royal Navy, “le forze alleate, comprese le nazioni partner della NATO Svezia e Finlandia“. Durante le operazioni, i soldati prenderanno “il controllo delle acque al largo della costa norvegese in uno scenario di addestramento progettato per migliorare la capacità dell’alleanza di proteggere la nazione ospitante“: la Norvegia, appunto.

A differenza di ciò che si potrebbe pensare l’…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.