CIA: Xi “turbato” da invasione Ucraina, “Cina colta di sorpresa”. Apparati USA divisi…

Gli apparati americani si dividono. Cos’è accaduto nei giorni che hanno preceduto l’invasione dell’Ucraina? Funzionari dell’intelligence USA citati dal New York Times riportavano, appena una settimana fa, di un dialogo avvenuto tra Vladimir Putin e il presidente cinese Xi Jinping. Durante questo scambio, sarebbe arrivata, da parte di Pechino, la richiesta di aspettare la fine delle Olimpiadi invernali per dare il via all’attacco. Traduzione: la Cina sapeva. Adesso, però, è il capo della CIA in persona a fornire una ricostruzione di segno opposto.

CIA: “Xi turbato e colto di sorpresa”

Il direttore della Central Intelligence Agency, Bill Burns, intervenendo al Comitato di intelligence del Senato degli Stati Uniti, ha infatti definito Xi Jinping “turbato” dall’invasione russa dell’Ucraina: “Sembra che la sua stessa intelligence non gli abbia detto cosa sarebbe successo“. La Cina sarebbe stata dunque all’oscuro di tutto, colta di sorpresa dalla mossa del Cremlino, portando il presidente Xi ad interrogarsi sull’efficienza dei propri servizi segreti.

Burns ha poi aggiunto che la leadership cinese è anche preoccupata per “il danno reputazionale che la Cina subisce in associazione con la brutalità dell’aggressione russa in Ucraina“. Affermazione particolare: non risulta infatti che Cina e Russia siano lo stesso Paese.

Il turbamento di Xi, inoltre, sarebbe riconducibile alle “conseguenze econ…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.