Osvaldo Napoli lascia Toti e passa con Calenda: i motivi del cambio di casacca

Un cambio di casacca che fa rumore in ambienti parlamentari. È quello di Osvaldo Napoli, storico fondatore di Forza Italia in Piemonte, fino ad oggi deputato di Coraggio Italia, la componente del Misto capitanata da Giovanni Toti, prima di annunciare – a sorpresa – il suo passaggio in Azione di Carlo Calenda.

Ci si domanda come mai una vecchia volpe della politica italiana abbia deciso di lasciare la componente centrista per quella guidata dall’ex ministro del Mise. E non da solo, peraltro. A compiere lo stesso percorso, da Coraggio Italia ad Azione, è infatti un’altra deputata: Daniela Ruffino. C’è una risposta ufficiale e una ufficiosa.

Napoli dal canto suo assicura di avere “scelto in assoluta libertà e mosso da una profonda convinzione ideale“. “Chi mi conosce“, spiega “sa bene da quanti anni sono impegnato nella battaglia contro il bipolarismo artificiale e inconcludente il cui unico risultato è stata l’affermazione di un bipopulismo pericoloso“.

Eppure è noto da tempo che Giovanni Toti sia, tra i leader del centrodestra, quello senza dubbio più portato a fare di tutto per spezzarlo, questo bipopulismo. Un convincimento, quello dell’ex consigliere politico di Berlusconi, tale da attirare le feroci critiche dei sovranisti Salvini e Meloni per la gestione della partita del Quirinale, e costato financo febbrili fibrillazioni alla sua Giunta in Regione Liguria.

La tesi maliziosa arrivata alle orecchie di questo blogger, allora, è un’altra. Calenda sta c…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.