Conte avvisa Letta: “Col Pd non ho firmato nulla”. E i dem ora fremono

Lo dice “pubblicamente“, con una determinazione che qualcuno nel Pd già equipara al grado di minaccia. Ma soltanto chi ha osservato con scarsa attenzione le ultime mosse di Giuseppe Conte può dirsi sorpreso dell’ultima svolta impressa dall’avvocato.

Ospite di Myrta Merlino su La7, l’ex premier è un fiume in piena. Ne ha per tutti: per Draghi, cui riserva una stoccata dietro l’altra, ma soprattutto per il Pd. Per l’alleato sulla carta delle prossime elezioni Politiche. Anzi no, perché – e questa è una notizia – Conte sottolinea che “non abbiamo firmato nulla”. Con una mossa non si sa fino a che punto studiata, o quanto figlia dell’esaltazione televisiva, il presidente M5s svela la tattica dei prossimi mesi di campagna elettorale: mani libere, nessun vincolo d’appartenenza, indipendentemente da quella che sarà la prossima legge elettorale. Perché proporzionale o maggioritario che sia farà poca differenza: ogni partito farà gara a sé per reclamare, un minuto dopo il voto, la golden share. Dentro o fuori le coalizioni.

Nella sua arringa, l’avvocato se la pren…

Un commento su “Conte avvisa Letta: “Col Pd non ho firmato nulla”. E i dem ora fremono

  1. L’unico che vedo possa fare un sodalizio con i grullini è il grezzo e la sua ciurma no euro, no vax e compagnia bella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.