FLASH! Putin ordina di annullare l’assedio all’acciaieria Azovstal

Vladimir Putin ha ordinato di annullare l’assedio all’acciaieria Azovstal, dove secondo le stime sarebbero asserragliati ancora circa 2mila combattenti ucraini. In un video diffuso dai media statali, si vede il presidente russo a colloquio con il ministro della Difesa Shoigu, definire l’assalto “irragionevole“, ordinandone perciò la cancellazione. Non c’è bisogno, ha circostanziato Putin, di “arrampicarsi in queste catacombe e strisciare sottoterra attraverso queste strutture industriali“.

Il ministro della Difesa nel frattempo ha dichiarato che Mariupol è sotto il controllo russo, con il presidente Putin che ha definito la liberazione della città “un successo” e chiesto di isolare la zona industriale in modo che “non voli una mosca“. Shoigu ha risposto che l’acciaieria è “bloccata in modo sicuro“.

Il leader del Cremlino ha spiegato l’annullamento dell’assedio con la necessità di salvare le vite delle truppe: tutti coloro che si arrendono ai soldati russi a Mariupol hanno la garanzia che la loro vita sarà risparmiata, ha assicurato.

Articolo in aggiornamento…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.