Bloomberg: “Eni pronta ad aprire conto Gazprombank per pagamento gas in rubli”

Secondo l’agenzia Bloomberg, Eni sarebbe pronta ad aprire un conto presso Gazprombank nell’ipotesi di soddisfare le richieste russe di pagamento del gas in rubli. Una mossa preventiva da parte del gruppo, che a quanto risulta non comporterebbe un’indicazione sulle intenzioni del governo italiano.

La posizione del governo

Da quel che apprende questo Blog, da parte di Roma – come dall’inizio della guerra in Ucraina – vi sarà piena adesione al blocco europeo. Proprio qui, però, si annida il grande rischio (e il grande rebus) delle prossime settimane. Con la sospensione delle forniture di gas a Polonia e Bulgaria, Mosca ha infatti lanciato un messaggio chiaro: il tentativo di spaccare il Vecchio Continente, toccandolo dove fa più male (la dipendenza energetica), è entrato nel vivo. E la compattezza fin qui mostrata, col passare dei giorni, potrebbe vacillare.

Per comprendere come si comporterà l’Italia, in ogni caso, bisognerà attendere: il prossimo giro di pagamenti è in programma nella seconda metà di maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.