Una notte da Draghi: premio e discorso all’Atlantic Council

Nella notte italiana, Mario Draghi ha ricevuto in quel di Washington un prestigioso premio dall’Atlantic Council, uno dei più importanti think tank USA. “Distinguished International Leadership Awards“, la categoria del premio, nel caso specifico riassumibile in “Politico dell’anno“. Questa la clip introduttiva dedicata al premier:

A consegnargli il premio fra le mani è stata un’amica di lungo corso, oltre che un personaggio di primo piano nell’amministrazione USA: la segretaria al Tesoro, Janet Yellen.

Giunta sul palco, l’ex numero della Federal Reserve ha riservato parole di grande stima al suo “amico e collega di vecchia data“, dicendosi “profondamente onorata“, di premiare questo “economista di talento, instancabile civil servant“.

Yellen ha ripercorso la carriera di Draghi, soffermandosi ovviamente anche sul celebre “Whatever it takes” con cui la BCE si disse pronta a fare “tutto il necessario” per salvare l’Euro, ma osservando come il successo di quella locuzione fosse basato soprattutto sulla frase successiva, su quel “e credetemi, sarà abbastanza“, poggiata esclusivamente sulla “fiducia e credibilità” di Mario Draghi.

Questo il momento della premiazione, con un Draghi visibilmente emozionato: