“Voto online sul governo”: la pazza idea di Conte per salvare la faccia (e mandare a casa Draghi)

A lanciare la bomba pubblicamente è stata Roberta Lombardi, un tempo volto in primissima fila del Movimento 5 Stelle, oggi comunque influente assessore nella giunta Zingaretti alla Regione Lazio. Dopo la deflagrazione della stessa, l’onda d’urto portava in dote la seguente domanda: “E se a decidere sulla permanenza o meno dei grillini nel governo Draghi fossero i nostri iscritti?“. Un quesito molto più che retorico e frutto – stando a quanto appreso da questo Blog – di una “pazza idea” di Giuseppe Conte.

La “pazza idea” di Conte dopo le parole di Draghi: “Ora abbiamo il pallino”

Per capire bisogna fare un passo indietro, fino alla conferenza stampa in cui Draghi di qualche giorno fa. “Non capisco perché vogliano tirarmi dentro a questa faccenda“, ha ammesso candidamente il premier in relazione al presunto complotto anti-Conte di cui era stato accusato. Di più: Draghi ha escluso la possibilità di guidare in questa legislatura una maggioranza di governo diversa. E ciò significa che senza M5s nell’esecutivo Super Mario riterrà conclusa la propria esperienza a Palazzo Chigi.

Chi lo conosce bene, racconta che la reazione dell’avvocato alle parole pronunciate da Mario Draghi in conferenza stampa sia stata in linea col personaggio.

Là dove un altro avrebbe apprezzato lo sforzo del presidente del Consiglio di ricucire, Conte si è convinto di aver colto una debolezza di Draghi. “Adesso abbiamo il pallino“, ha confidato ai suoi fedelissimi, spiegando alla sua più stretta cerchia la propria convinzione: “Il premier …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *