Centro in ebollizione, Gelmini “sfida” Berlusconi e va alla convention di Toti

Non è raro che alla convention inaugurale di un nuovo soggetto politico presenzino esponenti di altri partiti. Fa parte del “galateo” – o almeno, di ciò che ne rimane – che ordina i rapporti interni alla politica italiana. Eppure ci sono occasioni in cui una presenza in sala non è banale, ma è foriera di un messaggio politico. Come nel caso di Mariastella Gelmini, oggi in primissima fila all’Auditorium Antonianum per l’Assemblea Nazionale di “Italia al Centro“, il movimento fondato dal presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti.

Gelmini e la sfida al “Cav”: l’applauso dei totiani

Per comprendere cosa significhi la presenza di Gelmini questa mattina in sala occorre fare un piccolo passo indietro. Nella giornata di ieri, infatti, un Silvio Berlusconi a dir poco irritato aveva destinato un commento stizzito alla convention dei totiani: “Ho letto che qualcuno parla di “costruire un centro politico” del Paese. Vorrei ricordare a questi signori, e a tutti voi, che il centro siamo noi. Il centro è Forza Italia“.

La risposta è arrivata questa mattina da Giovanni Toti in persona: “C’è chi dice ‘il centro è nostro’. Io dico ‘il centro è di tutti’, di tutte le persone che hanno voglia di dare un contributo per cambiare davvero la politica italiana, altrimenti rischia di essere un ‘centrino’, qualcosa di poco utile“.

Scaramucce di routine, direte voi. Possibile, se non fosse, appunto, per la presenza di Mariastella Gelmini…

Invitata espressamente da Giovanni Toti, la ministra azzurra si è premurata di chiarire nelle ore precedenti al suo arrivo che avrebbe partecipato “solo per parlare dell’azione di governo”. Ma a mandare per aria il castello di apparenze è stata quella vecchia volpe di Gaetano Quagliariello: “Vorrei che salutassimo con un applauso Mariastella Gelmini che è qui con noi“. La ministra si alza, mentre accanto a lei un’ex azzurra con un passato ingombrante in Forza Italia, Mariarosaria Rossi, si spella le mani. E qui Quagliariello mette giù il carico: “Non aggiungo altro, ma tutti voi sapete perché dobbiamo farle un altro applauso“.

Lei, dal palco, tenterà di metterci una pezza: “Sono qui come ministro degli Affari regionali, invitata da un governatore come Giovanni To…

Un commento su “Centro in ebollizione, Gelmini “sfida” Berlusconi e va alla convention di Toti

  1. E’ stata invitata dal furbone di Toti, Quagliariello ha fatto il ruffiano di casa ma lei non ha dato, formalmente, seguito alle loro intenzioni. E comunque devono prendere i voti dei berlusconiani e non le figurine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.