Ultime voci prima del Consiglio M5s: strappo ad un passo. Una “mediazione tecnica” come salvagente

Inizierà tra pochissimi minuti il Consiglio Nazionale M5s, il vertice convocato ieri da Giuseppe Conte e dal quale uscirà la linea dell’avvocato dopo le parole di Mario Draghi.

Le ultime voci raccolte da questo Blog all’immediata vigilia della riunione danno ormai per scontato lo strappo in Senato sul Dl Aiuti. “Sarebbe impossibile per noi votare quel provvedimento proprio adesso“. Sì, perché come rimarcano da Campo Marzio in queste ore, il Movimento 5 Stelle quel decreto lo ha avversato fin dal principio, dunque non c’è apertura di Draghi che tenga per cambiare idea.

A differenza di quanto accaduto a Montecitorio, però, il regolamento del Senato non consente di scindere i piani, e di dire cioè: “Ok, sul provvedimento in questione non siamo d’accordo, ma il governo ha la nostra fiducia“. Ed è proprio attorno a questa consapevolezza che sta sviluppandosi l’ultimo disperato tentativo di mediazione “tecnica” da parte dei governisti M5s…

L’ultima mediazione, ma filtra pessimismo

L’idea sarebbe la seguente: arrivare in Aula e votare comunque no al Dl Aiuti perché, si spiega, “diversamente perdiamo davvero la faccia“. Nella perorazione, però, si potrebbe aggiungere a chiare lettere che il Movimento 5 Stelle vuole dare “un’ultima possibilità” al premier Draghi, probabilmente fino a fine luglio (attendendo cioè il secondo incontro con i sindacati) per capire se nella sua azione di governo è in grado di operare la “forte discontinuità” richiesta da Conte.

Una sorta di Aventino senza crisi, insomma, che da quanto trapela non dispiacerebbe a Giuseppe Conte, sempre a suo agio in fatto di penultimatum. Ma filtra pessimismo a pochi minuti dal via del Consiglio Nazionale M5s. Il punto è che i senatori M5s sono da giorni sulle barricate. Conte sa che accogliendo la loro volontà di strappare darebbe il via ad una scissione-bis verso Di Maio, ma il rischio di una nuova migrazione (degli anti-Draghi) esiste pu…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.