Renzi e quei contatti con Letta: asse per salvare Draghi e…

Il giorno delle dimissioni rassegnate da Mario Draghi, Matteo Renzi ha vissuto le stesse sensazioni provate pochi mesi prima, quando dando appuntamento ai giornalisti radunati davanti a Palazzo Montecitorio si era lanciato in una campagna che considerava perdente, quella per evitare l’elezione al Quirinale di Elisabetta Belloni. Lo scenario, inquadrato all’ora di pranzo di lunedì 18 luglio, ricorda in maniera sinistra quella notte di febbraio. Il leader di Italia Viva non ha oggi grandi alleati in Parlamento su cui contare. E la sua pattuglia non dispone del peso numerico per indirizzare la nave verso l’approdo prefissato: la conferma a Palazzo Chigi di Mario Draghi. Eppure sarà l’ottimismo innato del personaggio, sarà l’istinto politico affinato in anni di battaglie parlamentari in prima linea, ma Matteo Renzi ha iniziato nelle ultime ore a credere nella possibilità di riuscire a spuntarla, ancora una volta.

Renzi e i contatti con Letta: asse per Draghi e non solo…

Matteo in queste ore sta sentendo tutti“, conferma a questo Blog un parlamentare di Italia Viva quando domando se sia al corrente di una precisa indiscrezione, quella di un contatto fra Renzi e il segretario del Pd, Enrico Letta.

Sì, sta sentendo tutti: ad esempio ha parlato con Matteo Salvini, per capire se la Lega fa sul serio sul veto al Movimento 5 Stelle o se dinanzi ad una retromarcia in extremis dell’avvocato il Carroccio e Forza Italia convergeranno nuovamente su Draghi, senza cedere alla tentazione di andare al voto.

Ma è fuori discussione che i contatti più interessanti siano quelli registrati in queste ore con Enrico Letta. Qualcuno chiama in causa proprio i primi scampoli di partita quirinalizia, quando l’asse Pd-Italia Viva fu decisivo per evitare che a salire al Colle fossero Franco Frattini prima ed Elisabetta Casellati poi. Nelle ultime ore quell’intesa è stata ristabilita.

Renzi sta alzando il pressing affinché Letta capisca che allearsi con Conte è stato un errore. E al suo ex compagno di partito ha chiarito che in ogni caso, fino a quando ci sarà il M5s, Italia Viva non sarà parte del “campo largo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.