“Siete MI-SE-RA-BI-LI!”: Giachetti contro Conte, standing ovation della Camera – VIDEO

L’uomo del giorno alla Camera è Bobo Giachetti.

Il deputato di Italia Viva si è meritato la standing ovation di gran parte dell’Aula, denunciando la scorrettezza del M5s e del suo leader Giuseppe Conte, nelle scorse ore impegnati a presentare la decisione unanime di non aumentare le indennità parlamentari fino al 2025, senza agganciarle agli stipendi dei primi magistrati di Cassazione, come frutto di una vittoria pentastellata.

Una tattica di basso livello, politico ed umano, tesa a suggerire che gli altri partiti – “la casta”, avrebbe detto qualcuno – fossero invece pronti ad “arraffare” tutto l’arraffabile. Così non era, come diversi parlamentari dello stesso M5s hanno privatamente ammesso, rimandando le responsabilità di quel tipo di narrazione ad uno stile comunicativo aggressivo e populista che è il tratto del “nuovo corso” contiano, ovvero del vecchio casaliniano.

Ebbene, quando Giachetti ha ricostruito per filo e per segno l’accaduto, spiegando cioè che il mancato aumento delle indennità viene stabilito “di default” dal 2006, e che anche stavolta tale decisione era stata assunta all’unanimità, l’Aula ha preso le sembianze di un’arena.

Alla fine, Giachetti ha chiosato: “C’è una sola parola. Dal leader del Movimento 5 Stelle all’ultimo di quelli che hanno fatto questa cosa, potete essere definiti politicamente con un solo termine. Siete MI-SE-RA-BI-LI!“.

È stato a quel punto che si è udito il boato. Mentre parlamentari di quasi tutti i partiti affiancavano all’ovazione il coro di “Buf-fo-ni, buf-fo-ni!”, riferendosi ai colleghi M5s.

IL VIDEO DEL DISCORSO DI GIACHETTI E LA STANDING OVATION DELL’AULA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *