Zelensky contro il “silenzio codardo del popolo russo”: “Un giorno non ci sarà nessuno a proteggervi da questi terroristi”

Sono parole durissime quelle rivolte da Volodymyr Zelensky al popolo russo dopo la strge di Dnipro, l’attacco al condominio che ha causato la morte di almeno 30 persone (senza contare altrettanti dispersi). Il presidente ucraino è netto: “Voglio dire a tutti coloro che in Russia – e dalla Russia – non sono riusciti a pronunciare nemmeno una parola di condanna per questo terrore…Anche se vedono e sanno tutto perfettamente…Il vostro vile silenzio, il vostro tentativo di “stare ad aspettare” ciò che sta accadendo, finirà semplicemente con quegli stessi terroristi che un giorno verranno a cercarvi. Il male è molto sensibile alla codardia. Il male si ricorda sempre di coloro che lo temono o che cercano di trattare con lui. E quando verrà a cercarvi, a proteggervi non ci sarà nessuno“.

Zelensky continua: “Credo sia giusto che oggi si sia deciso di ampliare le sanzioni contro i cittadini russi e altre persone che aiutano il terrorismo. Quasi 200 – questa lista è stata preparata con cura, e dietro ogni nome c’è una motivazione responsabile. Chi giustifica il terrore. Chi alimenta la macchina della propaganda russa. Chi ha cercato di vendere l’Ucraina da qualche parte a Mosca. Questo elenco di persone dovrà affrontare una lista completa di restrizioni personali. Faremo di tutto per far funzionare le sanzioni sulla più ampia scala possibile – in Europa, nel mondo. Tutti saranno chiamati a rispondere di terrorismo: sia coloro che uccidono sia coloro che aiutano a uccidere (…) Oggi, come sempre, voglio ringraziare i nostri guerrieri. Tutti coloro che svolgono eroicamente e con costanza le missioni di combattimento. Coloro che mantengono le nostre postazioni. Soprattutto nelle zone più difficili del fronte. La battaglia per Soledar, per Bakhmut, per l’intera regione di Donetsk, per la regione di Luhansk continua senza tregua, senza sosta. Sono grato a ciascuno dei nostri combattenti, a ciascuno dei nostri soldati, sergenti, ufficiali che capiscono quanto sia importante distruggere gli invasori in questa direzione. La Russia ha reso fondamentale per sé la battaglia per le città del nostro Donbas. I nostri eroi rendono questa battaglia fondamentale per la distruzione del potenziale di combattimento dello Stato terrorista. Ogni giorno di resistenza ucraina nel Donbas e ogni successo nella nostra difesa sono conquiste vitali per la protezione del nostro intero Stato“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *