Meno slogan e più fatti: il metodo Draghi è anche questo.

Ai leader – o presunti tali – che scandivano la loro azione di governo con annunci sui social e conferenze stampa, il premier Draghi preferisce il duro lavoro. La misura di questo cambio di passo è data dalla mole di decreti attuativi adottati dall’esecutivo.

Cosa sono i decreti attuativi? Semplificando molto si può definirli come l’insieme delle misure che i ministeri devono eseguire a livello burocratico per garantire che una legge approvata in Parlamento venga implementata e applicata. Sintetizzando ulteriormente: i decreti attuativi sono il ponte tra le parole e i fatti.

Bene, dal Consiglio dei ministri di oggi sono emersi i primi risultati frutto del nuovo metodo operativo seguito dal Governo, consistente nell’individuazione, per ogni amministrazione, di obiettivi quantitativi mensili di adozione dei decreti attuativi e di attuazione delle politiche di governo.

Bilancio: “Dal 13 febbraio 2021 ad oggi sono stati adottati 237 provvedimenti attuativi con un andamento crescente che ha raggiunto il livello più alto con 70 provvedimenti nel mese di giugno, il primo in cui sono stati assegnati i target quantitativi”.

La macchina governativa sta viaggiando e accelererà ancora. Oggi sono stati comunicati gli ulteriori obiettivi per i mesi di agosto e settembre prossimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.