Draghi show in conferenza, schiaffo ai politici: “Un lavoro me lo trovo da solo” – VIDEO

Una buona notizia per l’Italia (e una cattiva, purtroppo, a fine articolo): Mario Draghi è tornato nella sua versione migliore, quella che non guarda in faccia nessuno. Oggi in conferenza stampa se n’è avuta una dimostrazione plastica. Il presidente del Consiglio non ci sta ad essere tirato per la giacca dai partiti. Intende mantenere il suo profilo di statista, di indipendente, ed esclude categoricamente di poter diventare il federatore dell’ipotetica area di centro a cui si sta lavorando in queste settimane. Ma il vero show del premier è quello che va in scena subito dopo questa precisazione.

Draghi perde la pazienza, è infastidito dai politici che non perdono occasione di collocarlo un giorno al vertice di questa organizzazione, quello dopo a capo di quell’altra istituzione. Ultimo in ordine di tempo a rendersi protagonista di questo “sport” nazionale è stato poche ore fa Antonio Tajani, dicendo di vedere Draghi molto bene come “presidente del Parlamento europeo” (peraltro qualcuno informi il coordinatore di Forza Italia che è stato appena eletto, è la maltese Roberta Metsola).

Ecco, da oggi Draghi rende noto di non avere bisogno di “navigator”. L’unico posto di lavoro per il quale Draghi necessitava della “sollecitudine” dei partiti era il Quirinale. E nessuno si è mosso. Per tutti gli altri Draghi non ha bisogno di “raccomandazioni”.

Ah, la cattiva notizia? Beh, Draghi pare essersi appena chiamato fuori dalla politica italiana. Godiamocelo, fino al 2023…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.