FLASH! Il primo ministro israeliano Bennett si è recato in segreto a Mosca per incontrare Putin

Un viaggio tenuto segreto fino all’ultimo: è quello del premier israeliano Naftali Bennett a Mosca.

Una mossa a sorpresa, di cui ha dato conto pochissimi minuti fa una delle firme più autorevoli del Medio Oriente, Barak Ravid, corrispondente di Axios, spiegando che il motivo del viaggio nella capitale russa è un incontro con Vladimir Putin in persona.

Bennett mediatore tra Russia e Ucraina?

Da sottolineare un aspetto: Bennet è uno dei pochissimi leader a livello internazionale che nei giorni scorsi ha intrattenuto contatti sia con il Cremlino che con il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky. È dunque possibile che Israele stia tentando una mediazione tra le parti.

Solo una terza persona ammessa nella stanza

L’incontro con Putin è talmente riservato che oltre ai due leader è stata ammessa nella stanza solo un’altra persona, il ministro dell’Edilizia israeliano Zeev Elkin, nativo di Kharkiv e noto per avere svolto il ruolo di “interprete” per i primi ministri israeliani nei loro vari incontri col presidente russo per oltre un decennio. Suo fratello e altri parenti si trovano in Ucraina in questo momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.