FLASH! Telefonata Draghi-Zelensky: la versione di Palazzo Chigi

Dopo il tweet di Volodymyr Zelensky arriva anche la nota di Palazzo Chigi a dire del colloquio intercorso tra il presidente ucraino e Mario Draghi.

Sono certamente diversi i toni utilizzati dalla presidenza del Consiglio italiana per descrivere il contenuto della telefonata con Kiev, ma non meno significativi. Nel comunicato si fa sapere che nel corso del colloquio telefonico “è stata ribadita la profonda amicizia tra il popolo italiano e il popolo ucraino e la grande solidarietà dell’Italia nei confronti dell’Ucraina“.

Più interessante il passaggio in cui si sottolinea come Draghi abbia “condannato gli attacchi della Russia ai civili e alle infrastrutture nucleari” e “riaffermato la volontà italiana di fornire sostegno e assistenza all’Ucraina e alla sua popolazione“.

Di più: Draghi ha “ribadito come l’Italia sostenga l’appartenenza dell’Ucraina alla famiglia europea“.

I due segnali di Palazzo Chigi

Ci sono almeno due frasi significative: la prima è quella che parla di sostegno e assistenza all’Ucraina. Roma di fatto si dice pronta a proseguire nel solco degli aiuti a Kiev, certamente di natura umanitaria, ma anche per quanto riguarda l’invio di armi.

Ancora più interessante, incrociando il commento di Palazzo Chigi con il tweet di Zelensky, è la chiosa riguardante “l’appartenenza dell’Ucraina alla famiglia europea“. Zelensky ha infatti parlato espressamente di “adesione all’Unione Europea“. Draghi si tiene su un più generico “famiglia europea“. Ma è impossibile non unire i punti: Roma ha dato un assenso di massima ad appoggiare la battaglia politica dell’Ucraina per essere ammessa nell’Unione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.