Ucraina, Zelensky: “No neutralità su modello Svezia o Austria”

Il presidente Zelensky dice no ad una neutralità dell’Ucraina sul modello di Svezia o Austria. Le parole del leader di Kiev stoppano dunque sul nascere la narrazione portata avanti dal Cremlino, che attraverso il suo portavoce Peskov e il capo-negoziatore Medinsky aveva parlato di un “compromesso possibile” sull’Ucraina neutrale secondo questo tipo di modello.

Era stato proprio Medinsky a suggerire che l’Ucraina avesse dato la propria disponibilità ad assumere uno status di neutralità smilitarizzata, stile Austria o Svezia, con un proprio esercito“. A scriverlo è stata l’agenzia Interfax: “Sono in discussione tutta una serie di questioni relative alle dimensioni dell’esercito ucraino“, aveva detto Medinsky, ricordando che l’Ucraina “ha già lo status di neutralità” nella sua Costituzione e che è stato proprio sulla base di questo principio “che si ritirò dall’Unione Sovietica nel 1991“.

Da Zelensky però arriva una secca smentita: “L’Ucraina rifiuta l’idea di un modello austriaco o svedese di neutralità del Paese e vuole garanzie di sicurezza“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.