Finlandia, Niinistö le canta a Putin: “Chiederemo di entrare nella NATO”

Ho parlato con Putin. La conversazione è stata diretta e franca“. Così il presidente della Repubblica della Finlandia, Sauli Niinistö, ha riassunto pochi minuti fa su Twitter lo scambio telefonico avuto dal Cremlino su richiesta di Helsinki.

Nel resocondo della telefonata pubblicato dalla Finlandia, si spiega che Niinistö ha detto a Putin che le richieste russe della fine del 2021 di impedire l’adesione alla NATO, in aggiunta all’invasione dell’Ucraina, hanno “alterato in modo sostanziale il contesto di sicurezza della Finlandia“. Per questo Niinistö ha annunciato a Putin che “la Finlandia deciderà di chiedere l’adesione alla NATO nei prossimi giorni“.

Niinistö ha sottolineato di aver detto a Putin già nel loro primo incontro nel 2012 che “ogni nazione indipendente massimizza la propria sicurezza. Questo è ciò che sta accadendo anche ora. Entrando nella NATO, la Finlandia rafforza la propria sicurezza e si assume le proprie responsabilità“. Niinistö ha comunque sottolineato come anche in futuro, la Finlandia vorrà “occuparsi delle questioni pratiche derivanti dall’essere un vicino della Russia in modo corretto e professionale“.

La conversazione è stata diretta e lineare ed è stata condotta senza inasprimenti. Evitare le tensioni è stato considerato importante“, ha dichiarato il Presidente Niinistö.

Putin dal canto suo ha detto che per la Finlandia abbandonare la politica della neutralità sarebbe un “errore“, aggiungendo che “non esistono minacce alla sicurezza di Helsinki” e che il suo ingresso nella Nato potrà “influenzare negativamente le relazioni con la Russia“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.