Confronto Letta-Meloni: come si sono preparati, cosa dicono gli staff e… -LA DIRETTA

Sarà un dibattito all’americana quello con inizio alle ore 18:00 fra Enrico Letta e Giorgia Meloni in onda su Corriere Tv. Blocchi di domande identiche, con tempi di risposta prestabiliti (e diritto di replica).

Regole di ingaggio

Blocchi di domande identiche, con tempi di risposta prestabiliti (e diritto di replica). Tra le regole di ingaggio accettate dai rispettivi staff la presenza di alcuni quesiti specifici per ogni candidato. Letta e Meloni potranno anche indirizzare un appello finale agli elettori.

La preparazione dei candidati

In questo caso, da quanto risulta, né Letta né Meloni hanno rispettato lo stile a stelle e strisce. Per intenderci: negli USA, nei giorni precedenti i duelli tv, i candidati più strutturati sono soliti esercitarsi con un profilo che ricordi per stile comunicativo il proprio rivale di turno. Niente di tutto ciò sarebbe accaduto in preparazione del confronto Letta-Meloni, ma entrambi hanno studiato battute ad effetto per cercare di pungere il rivale.

Cosa bisogna attendersi e cosa filtra dagli staff

Inevitabilmente toccherà ad Enrico Letta andare all’attacco. I sondaggi lo condannano a giocare una partita d’assalto. Meloni ha tutto l’interesse a restare sui temi, a non portare lo scontro sul personale e a minimizzare le accuse che il segretario Pd certamente le indirizzerà in fatto di tenuta dei conti, profilo europeo e compattezza della coalizione in fatto di atlantismo. Al contrario Meloni è indiziata di spingere su alcuni temi identitari come la difesa della famiglia naturale e il blocco navale. Al di là di uno stile spesso compassato, Letta ha una storia da ottimo debater. Ne sa qualcosa Marine Le Pen:

Chi ha sentito Enrico Letta in queste ore (e ha poi parlato con il sottoscritto) lo descrive “carico&…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.