14 Ottobre 2022

La staffilata di Meloni scuote Forza Italia: processo interno, Berlusconi sotto assedio. E spunta “l’opzione nucleare”…

Sembrava una giornata interlocutoria, di quelle fatte apposta per consentire ai protagonisti di sbollire la rabbia, e ai pontieri di ricucire, confidando nel weekend per siglare la pace. E invece no. Sarà pure come dice Crosetto, che prima dei rapporti personali viene il Paese, ma senza rapporti personali viene meno la coalizione. E la coalizione a stasera non c’è.

No, non c’è. Lo ripetono i falchi di Forza Italia. Quelli che da ieri dicono a Berlusconi che il solo modo per rialzare la testa, per riscattare il grande schiaffo di Giorgia Meloni sull’elezione di La Russa al Senato, è comunicare agli alleati che alle consultazioni al Quirinale gli azzurri andranno da soli, separati dagli altri due partiti. Alcuni di loro evocano addirittura l’opzione nucleare: “Come Giorgia dice sì a noi ma non a Licia Ronzulli, noi a Mattarella dovremmo dire sì ad un governo guidato da Fratelli d’Italia, ma non dalla Meloni“.

Sarebbe la fine del centrodestra, è evidente. Ma per dire del clima di questa sera bisogna precisare che queste posizioni non sono così impopolari nel partito di Silvio Berlusconi. Senatori e deputati azzurri nelle ultime due giornate hanno avuto l’impressione di essere “bullizzati” dai colleghi mel…

Un commento su “La staffilata di Meloni scuote Forza Italia: processo interno, Berlusconi sotto assedio. E spunta “l’opzione nucleare”…

  1. Ma obiettivamente, ma chi cavolo e’ la Ronzulli, e perche’ il paese deve essere sotto ricatto da una che gli organizzava le cene bunga bunga?
    Fa bene la Meloni ad evitare figure cosi’ controverse nel proprio governo. Un conto e’ mettere gente come Nordio o Ricolfi, ma anche la Giulia Bongiorno, e un conto e’ mettere una che ha piu’ in comune con Nicole Minetti di quanto ne abbia con Franco o Cingolani.

Lascia un commento