27 Febbraio 2023

Serbia-Kosovo: Vucic e Kurti a Bruxelles, attesa per incontro “decisivo”

Giornata importante, per alcuni funzionari UE addirittura “decisiva” per il futuro dei Balcani e, più nello specifico, dei rapporti fra Serbia e Kosovo. Dopo settimane di silenzio, precedute da mesi di tensioni, da richieste di intervento militare, valichi bloccati, proteste di piazza, l’Alto rappresentante Ue per la politica estera, Josep Borrell, ci riprova. Obiettivo? Mettere insieme, allo stesso tavolo, il presidente serbo Vucic e il primo ministro kosovaro Kurti, possibilmente trovando un accordo, evitando che “la giungla invada il giardino” europeo.

Le attese per l’incontro odierno sono elevatissime: all’ordine del giorno c’è la discussione della cosiddetta “proposta franco-tedesca” per Kosovo e Metochia, ma anche l’annosa questione dell’Associazione dei comuni serbi, tutela che Belgrado pretende di ottenere per garantire i suoi connazionali di stanza nel Nord del Kosovo.

Fino ad oggi, i dettagli della proposta europea non sono stati resi noti ufficialmente (ma sono filtrati in una versione molto credibile). Il motivo? Si tenta di aiutare entrambe le parti a raggiungere un accordo necessario per la stabilità del Vecchio Continente. Di conseguenza si alza una cortina fumogena fino al momento delle firme sui documenti, lo si fa per consentire ai due governi coinvolti di fornire alle rispettive opinioni pubbliche una narrazione il più possibile “…

Lascia un commento