21 Giugno 2023

RETROSCENA! Altro che incidente: “Atto ostile” contro Meloni di un pezzo di Forza Italia. Sul Dl Lavoro in Senato il trailer del dopo-Berlusconi: i dettagli

Altro che incidente, altro che ritardo di qualche minuto. Il ko della maggioranza al Senato sul decreto Lavoro non è stato il risultato di un semplice contrattempo, bensì il trailer di ciò che sarà il dopo-Berlusconi dentro e fuori Forza Italia.

I fatti: la commissione Bilancio di Palazzo Madama si riunisce per votare sul parere al nuovo pacchetto di emendamenti, relatrice Paola Mancini (Fratelli d’Italia). Ma al momento del dunque, succede il patratac: contando i senatori di maggioranza e quelli di opposizione, il risultato è di 10 pari. Poiché il pareggio non esiste, il centrodestra va sotto. Il tempo di guardarsi intorno ed ecco svelato l’arcano: mancano all’appello due forzisti. Chi sono? Tenete bene a mente questi nomi: sono Claudio Lotito e Dario Damiani. Entrambi, intercettati dai cronisti, si dicono estranei a qualunque manovra di palazzo. La causa del ritardo? “Un impegno“. Sì, ma quale?

Ecco “l’impegno” che ha impedito ai forzisti di essere presenti in commissione al momento del voto. Il “messaggio” di traverso inviato da Ronzulli a Meloni (irritatissima con gli azzurri). Benvenuti al rodeo: sarà una lunga estate…

Eccolo il famoso “contrattempo”. Secondo quanto ricostruito dal Blog, prima del voto in commissione Bilancio sarebbe andata in scena una mini-riunione del gruppo al Senato di Forza Italia. Un incontro molto rapido, ma abbastanza lungo da procurare l’assenza dei due forzisti al momento del voto. Domanda: da chi è stata organizzata la riunione? Altra domanda: chi è la capogruppo di FI al Senato? Per entrambi i quesiti vale una sola risposta: si tratta di Licia Ronzulli.

Fonti di centrodestra consultate dal Blog sostengono che Giorgia Meloni in persona abbia comunicato tutta la propria irritazione ai suoi, sfogandosi in particolare con il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Luca Ciriani, rispetto al fatto che quello odierno non è il primo “incidente” verificatosi nelle commissioni. E tutto lascia presagire che non sarà l’ultimo.

Da Forza Italia, ovviamente, …

Lascia un commento