Alt, Grillo si riprende il Movimento! Il post che cambia lo scenario: Conte in Purgatorio

Giusto ieri sera Giuseppe Conte aveva assicurato a Lilli Gruber di essere ancora lui, nonostante il pronunciamento del Tribunale di Napoli, il leader del Movimento 5 Stelle. Le cose, però, sono molto più complicate (per lui) di così. A fare chiarezza è Beppe Grillo, con un post su Facebook:

A seguito dell’Ordinanza del Tribunale di Napoli VII Sezione Civile che ha sospeso, ai sensi dell’art. 23 c.c., le delibere impugnate del MoVimento 5 Stelle del 3 agosto 2021 di modifica dello statuto e del 5 agosto 2021 di nomina del Presidente, ha acquisito reviviscenza lo Statuto approvato il 10 febbraio 2021.
Le sentenze si rispettano.
La situazione, non possiamo negarlo, è molto complicata.
In questo momento non si possono prendere decisioni avventate. Promuoverò un momento di confronto anche con Giuseppe Conte.
Nel frattempo, invito tutti a rimanere in silenzio e a non assumere iniziative azzardate prima che ci sia condivisione sulla strada da seguire.

La mossa di Grillo: perché questo post cambia lo scenario

Il passaggio chiave è quello in cui Grillo scrive che “le sentenze si rispettano“. Il Fondatore sta dicendo a Conte che non va bene andare in tv a dire ai quattro venti che quella dei giudici napoletani è una storia di contorno. Lo ribadisce quando mette nero su bianco che “la situazione, non possiamo negarlo, è molto complicata“.

Grillo si riprende il Movimento, il pallino è nelle sue mani. Dice che “non si possono prendere decisioni avventate” – così compra tempo, lasciando Conte a friggere nel Purgatorio di “un momento di confronto” che, assicura, ci sarà pure con lui. Si tratta di uno schiaffo ulteriore al “fu presidente M5s”. Grillo con questa frase asserisce una volta di più che a gestire la partita sarà lui, facendo intendere che quella allR…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.