Ira Conte, bordata contro Draghi: “Che ruolo ha avuto sulle nomine Rai?”

Della dichiarazione letta alla stampa di Giuseppe Conte, la vera notizia non è tanto il fatto che gli esponenti M5s diserteranno le trasmissioni Rai. D’altronde il Movimento delle origini non partecipava del tutto ai dibattiti televisivi per ordine di Beppe Grillo.

Il vero fatto politico del giorno, come si inizierà a comprendere tra qualche ora, è invece l‘ira che il presidente del Movimento 5 Stelle ha riversato nei confronti di Mario Draghi per l’esclusione di uomini vicini ai grillini nella partita delle nomine Rai.

Il ragionamento di Conte è stato il seguente: l’amministratore delegato Rai, Carlo Fuortes, è un uomo di Draghi. Dunque, se nella lottizzazione delle reti a rimetterci è stato il Movimento, di certo dev’esserci lo zampino del premier.

Da qui deriva la rabbia che Conte, dinanzi alla telecamere, non è riuscito a contenere: “Ci chiediamo peraltro che ruolo ha giocato il governo in tutto questo“, ha scandito.

Tira aria di bufera: pare che Conte voglia chiedere al più presto un chiarimento al presidente del Consiglio in persona su come la partita delle nomine Rai è stata gestita e sul grado di coinvolgimento di Palazzo Chigi. Possiamo già sentire il sospiro di Draghi…

Ti è piaciuto questo articolo? Dietro c’è del duro lavoro, dammi una mano!

Seguimi anche su Facebook mettendo Mi Piace alla pagina

3 commenti su “Ira Conte, bordata contro Draghi: “Che ruolo ha avuto sulle nomine Rai?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.