FLASH! Conte a Di Maio: “Percorsi personali, tattiche di logoramento”. M5s esplode

Durissima era stata la presa di posizione di Luigi Di Maio per motivare le sue dimissioni dal Comitato di garanzia M5s. E altrettanto dura è stata le replica di Giuseppe Conte.

Nel commentare la mossa del rivale – sempre più intenzionato a spodestare l’avvocato nel giro di qualche mese – una nota del Movimento 5 Stelle parla adesso di un passo indietro “giusto e dovuto” da parte del ministro degli Esteri, da interpretare come un “elemento di chiarimento necessario nella vita del MoVimento rispetto alle gravi difficoltà a cui ha esposto la nostra comunità, che – si scrive – merita un momento di spiegazione in totale trasparenza“.

Conte dunque non recede dall’intenzione di esporre Luigi Di Maio ad un processo pubblico fra gli iscritti, convinto com’è di vincerlo in ragione della sua popolarità fra i grillini.

Ma non è finita qui.

Conte, infatti, non ha accettato che Di Maio gli abbia dato di fatto del despota nella sua lettera di dimissioni. E per questo nella nota M5s va al contrattacco:

Il confronto delle idee e la pluralità delle opinioni non è mai stata in discussione. Questo però non significherà mai permettere che i nostri impegni con gli iscritti e con i cittadini siano compromessi da percorsi divisivi e personali, da tattiche di logoramento che minano l’unità e la medesima forza politica del MoVimento

Poi la chiosa, tesa a far capire che anche il Fondatore, è dalla sua parte: “Adesso è il momento di concentrarsi su progetti e programmi, come ci viene suggerito proprio oggi da Beppe Grillo con una riflessione ispirata alle Lezioni americane di Italo Calvino“.

Arriverà una contro-replica da parte di Di Maio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.